TERAPIA MANUALE FUNZIONALE DEI TRIGGER POINT

24-25 Marzo 2018
7-8 Aprile 2018

Riservato a Terapisti, Medici e Osteopati

ECM Richiesti

Corso a numero chiuso (Max 30 partecipanti)

Questo corso è il primo che abbraccia un approccio funzionale sui trigger point. Questa caratteristica lo rende unico attraverso una visuale integrata caratterizzata da : test analitici e funzionali, trattamento manuale, myofascial release, self- myofascial release, tecniche di allungamento specifiche, esercizi di riprogrammazione.

Sede

Faenza o Bologna

Date

24-25 Marzo 2018
7-8 Aprile 2018

Costo

€ 600 + iva (entro il 20 Febbraio 2018)
€ 650 + iva (dopo il 20 Febbraio 2018)

Comprensivo di ECM, CD parte teorica e DVD della sintesi delle  manovre riprese durante il corso dallo staff di MTM Academy.

NB: E’ vietato fare riprese personali per motivi di privacy

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Per effettuare la pre iscrizione , è sufficiente inviare solamente la scheda di iscrizione compilata (senza effettuare nessun pagamento), con l’intestazione:

CORSO TERAPIA FUNZIONALE DEI TRIGGER POINT, accedendo alla pagina “iscrizione corsi” del nostro sito, al seguente link:

http://www.mtmacademy.it/iscrizione-ai-corsi

Successivamente verranno comunicati le modalità di pagamento che avverrà tramite bonifico bancario.

Referente organizzativo: Andrea Cavallini Cell 328- 3894370

Docenti

Dr Marco Rovatti Fisioterapista e Osteopata
Dr Riccardo Castellini Fisioterapista

 

 

ABSTRACT

Questo corso è il primo che abbraccia un approccio funzionale sui trigger point. Questa caratteristica lo rende unico attraverso una visuale integrata caratterizzata da : test analitici e funzionali, trattamento manuale, myofascial release, self- myofascial release, tecniche di allungamento specifiche, esercizi di riprogrammazione.

Le ultime evidenze scientifiche suggeriscono che in presenza di un TP anche se latente, vi sono alterazioni dei modelli di reclutamento muscolare sia in condizioni di carico che scarico. Questo è uno dei motivi che rende  necessaria un’evoluzione del trattamento tradizionale dei trigger point, che non si basa più sul solo trattamento manuale, ma su un approccio completo che inizia con test specifici e si conclude con rivalutazione e riprogrammazione del gesto motorio.

L’obbiettivo è fornire ai partecipanti un approccio completo da poter essere applicato sui propri pazienti ed atleti.

Quando sono presenti dolore o traumi spesso si focalizza l’attenzione sull’area interessata ma non si valuta la funzione dell’intero sistema corporeo. L’approccio funzionale inserito nel trattamento riabilitativo non solo allevia i sintomi ma previene problematiche associate alla causa.

Le aree del corpo accorciate o indebolite possono influenzare la modalità di esecuzione dei movimenti diminuendo la performance o causando disfunzioni in altri segmenti. L’approccio funzionale dei trigger point aumenterà l’efficienza dei movimenti e migliorerà la performance, non solo sullo sportivo professionista o amatore ma con tutti i soggetti che hanno avuto esperienze con il dolore o disconfort.

Il concetto di approccio funzionale sui trigger point diventerà un’arma importante del tuo lavoro e nella risoluzione delle problematiche del tuo paziente/atleta.

Al corso useremo test analitici per valutare i singoli muscoli e test funzionali per valutare i movimenti globali individuando la causa della possibile formazione de TP.

Questa visione più ampia sulle problematiche del paziente ci consentirà un’intervento più efficace disattivando i TP con le migliori tecniche specifiche supportate da evidenze scientifiche ed ottenere una riorganizzazione del movimento fisiologico attraverso esercizi di riprogrammazione.

In linea con le ultime evidenze scientifiche sulla terapia manuale e l’educazione del paziente faremo un focus sui fattori di perpetuazione condividendo le strategie più efficaci per intervenire attraverso le correzioni delle cattive abitudini analizzando e correggendo a 360° i nostri pazienti.

OBBIETTIVI DEL CORSO

L’obbiettivo del corso è quello di formare il professionista esperto nelle tecniche di valutazione e trattamento della sindrome dolorosa miofasciale tramite l’utilizzo di tecniche di fisioterapia conservativa con i seguenti obbiettivi formativi:

  • Conoscere la patofisiologia dei TP e della sindrome da dolore miofasciale
  • Conoscere i pattern del dolore riferito e i meccanismi neurofisiologici della sensibilizzazione centrale
  • Conoscere la localizzazione del dolore riferito per ogni muscolo
  • Individuare, palpare e discriminare I Trigger Point Attivi, latenti, primari, secondari e satelliti
  • Identificare la banda tesa, i TP e provocare il dolore riferito
  • Somministrare test analitici specifici per ogni muscolo e funzionali globali, per individuare la presenza di restrizioni della mobilità, della debolezza e degli altri segni associati alla presenza de TP miofasciali.
  • Applicare le migliori tecniche di trattamento supportate da evidenze scientifiche
  • Trattare la sindrome del dolore miofasciale nella sua totalità hand-on e hand-off
  • Correggere i fattori di attivazione e di perpetuazione dei TP
  • Sviluppare un programma di trattamento individualizzato ad hoc per ogni paziente

PROGRAMMA

PRIMO SEMINARIO

Introduzione
Storia della sindrome del dolore miofasciale
Caratteristiche e classifiche della sindrome da dolore miofasciale
Caratteristiche fisiologiche del Trigger Point
Segni Clinici dei Trigger Point
Stato dell’arte
Tecniche di trattamento ed effetti neurofisiologici
Pain management e sensibilizzazione centrale
Esplorazione fisica dei Trigger point
Individuazione della banda tesa
Tecniche di palpazione
Analisi strumentale
Evocazione del dolore riferito
Tecniche di trattamento conservativo
Accenni di tecniche invasive e terapie fisiche strumentali presentii letteratura con efficacia nel trattamento dei TP

PRATICA:
Esplorazione fisica dei trigger point
Individuazione della banda tesa
Tecniche di palpazione
Analisi strumentale
Evocazione del dolore riferito
Test globali e test funzionali
Tecniche di trattamento
Strech and Spray
Myofascial Release
Self-myofascial Release
Tecniche di allungamento muscolare
Esercizi di riprogrammazione

HEAD:
Massetere superficiale
Massetere profondo
Temporale
Pterigoideo mediale
Pterigoideo laterale

SPINE
Trapezio
Elevatore della scapola

UPPER EXTEMITY:
Sottospinato
Grande rotondo
Piccolo rotondo
Sovraspinato
Deltoide
Grande pettorale
Bicipite brachiale
Anconeo
Supinatore Lungo
Estensore comune delle dita
Estensore cubitale del carpo
Pronatore rotondo
Flessore radiale del carpo
Estensore lungo del pollice
Adduttore del pollice

2° SEMINARIO

TEORIA
Raccolta dell’anamnesi
Realizzazione del programma individualizzato
Gestione del paziente con sindrome da dolore miofasciale
Fattori di attivazione
Fattori di perpetuazione
Test globali e test funzionali
Come intervenire nella riorganizzazione e riprogrammazione del movimento dopo la disattivazione dei trigger point
Come prevenire la sindrome da dolore miofasciale
Casi clinici

PRATICA:
Test globali e test funzionali
Tecniche di trattamento
Stretch and Spray
Myofascial Release
Self-Myofascial Release